Tu sei qui

Le buone tavole della tradizione

Edizione 2017 della guida
"Le Buone Tavole della Tradizione"

 È pronta la quarta edizione della Guida che presenta un'importante novità: oltre ai ristoranti italiani, comprende una selezione di quelli esteri, ritenuti Buone Tavole dalle Delegazioni nel mondo. 
Sono stati censiti 880 locali (760 in Italia e 120 all’estero), tra quelli che offrono una cucina rispettosa dei valori della tradizione del territorio, frutto della collaborazione di Delegati, Coordinatori Territoriali, Direttori dei Centri Studi Territoriali e Accademici.
La Guida, in versione cartacea, si affianca a quella on line, con lo scopo di valorizzare i ristoranti che consiglieremmo a un amico che viene a visitare la nostra città anche per apprezzarne la cucina.

 

Download pdf

 


EDIZIONE 2015 

680 ristoranti con una vera cucina del territorio, servita con cortesia, ad un giusto prezzo.
La guida è frutto della collaborazione di Delegati, Coordinatori Territoriali, Direttori dei Centro Studi Territoriali e Accademici.

  


EDIZIONE 2012

Tenendo fede alla sua missione di valorizzazione della cucina tradizionale, nel 2012 l’Accademia Italiana della Cucina ha realizzato una nuova opera dedicata alla tutela della ristorazione più attenta ai prodotti e alle ricette del territorio. Nella guida “Le buone Tavole della Tradizione” sono stati inseriti solo quei locali che offrono una cucina rispettosa dei valori della tradizione locale (talvolta anche con qualche guizzo di fantasia innovativa), realizzata con ingredienti di prima qualità, possibilmente del luogo e servita con cortesia ad un prezzo equilibrato in rapporto all’ambiente. Questa guida non sostituisce quella completa e sempre aggiornata che è già on line da alcuni anni, bensì si affianca ad essa, con il preciso scopo di valorizzare quei ristoranti che consiglieremmo ad un amico che viene a visitare la nostra città. Per questo motivo si è selezionato un ristrettissimo numero di proposte, sufficienti a soddisfare le necessità dei nostri attenti lettori. Nella guida non sono inserite votazioni o giudizi: tutti i locali sono delle “buone tavole” e tutti meritano una visita. Inoltre, le schede non sono più soltanto informative, ma propongono anche un ampio testo che descrive la storia, le caratteristiche e le peculiarità di ciascun locale recensito e un box contenente la ricetta tipica del locale o un prodotto locale da acquistare o una curiosità da vedere nella zona.