Tu sei qui

Lillicu

Delegazione: 
CAGLIARI CASTELLO
Comune: 
CAGLIARI
Provincia: 
Cagliari
Indirizzo: 
Via Sardegna 78
Telefono: 
070 652970
Genere del locale: 
Trattoria
Chiusura: 
mai
Ferie: 
settimane a cavallo di Ferragosto e tra Natale e Capodanno
Gestione: 
famiglia Zucca
Costo: 
€€ - da 36 a 45 euro
Carte di credito: 
CartaSì/Visa/MasterCard
Coperti: 
60 (pre Covid19)
Coperti in più all’aperto: 
20
Parcheggio: 
Zona pedonale
Notizie di particolare interesse: 
Nel cuore del centralissimo quartiere di Marina, locale storico della tradizione popolare cagliaritana, ha mantenuto il carattere di trattoria molto rustica. Rumoroso e affollato ma vi si respira l'anima antica del quartiere che fronteggia il porto vecchio, ormai contaminata da una massiccia presenza di etnie provenienti da ogni parte del mondo, molto frequentato dai cagliaritani doc. Tavoli di marmo apparecchiati in modo spartano e menu ispirato alla cucina popolare. Non consigliato a chi ricerchi raffinatezza e riservatezza, ma a chi voglia provare un'esperienza legata alla tradizione popolare locale. Nella buona stagione è possibile pasteggiare nei tavolini disposti nella stradina che fronteggia la trattoria. Titolari i fratelli Zucca, eredi dei fondatori del locale.
Piatti tipici: 
Burrida (gattuccio di mare all'agro)
Frittura di bianchetti
Spaghetti con la bottarga di muggine e arselle
Trigliette a scabeccio
Spaghetti ai ricci di mare
Grigliata di pesce
Piatto da non perdere: 
Fregula con arselle
Nome della ricetta: 
Cordula con piselli (treccia di interiora di agnello)
Ingredienti: 
trippa e intestino tenue e crasso d’agnellino da latte 500 g
“rete” di agnello
piselli freschi 500 g
pomodori 300 g
qualche pomodoro secco
una piccola cipolla
½ bicchiere di olio extravergine d’oliva
sale q.b.
Procedimento: 
Scottare nell’acqua calda la trippa, spellarli e lavarli in acqua corrente e lasciare a bagno con acqua e suc-co di limone.
Pulire a fondo gli intestini in acqua corrente mantenendoli integri.
Tagliare la trippa a strisce di un centimetro di larghezza. Appendere a un gancio l’intestino crasso insie-me alle strisce di trippa, Avvolgere nella rete per compattare trippa e intestini.
Rivestire a treccia stretta(cordula) il tutto con l’intestino tenue annodato su un solo lato, in modo da for-mare degli anelli fitti e paralleli.
Mettere in un tegame mezzo bicchiere d'olio e far rosolare la cordula fino a farla ben asciugare. Rosolare a parte la cipolla affettata, aggiungere e far rosolare i piselli. Aggiungere i pomodori passati e qualche pomodoro secco. Far sobbollire e unire la cordula e il sale. Cuocere a fuoco lento.
Valutazione: