Tu sei qui

Dalle Delegazioni

Delegazione Versilia Storica - riunione conviviale

25 Luglio 2022,

Come ormai consuetudine da alcuni anni, la Delegazione visita uno dei tanti stabilimenti balneari della costa versiliese per la riunione conviviale di luglio. Il Segretario e Simposiarca Bruno Toni, per l’occasione, ha individuato il Bagno Montecristo di Ponente, che affonda le sue radici ai tempi dei Savoia. Gli attuali proprietari Anna, Nicola ed il figlio Samuele lo gestiscono con lo stesso impegno e amore dei propri avi. Una spiaggia curata, il mare e uno splendido tramonto hanno fatto da sfondo al convivio. Dopo aver assaporato dei piccoli appetizer offerti dai proprietari, la Delegata Anna Ricci ha aperto la riunione con il tradizionale rintocco della campana dell’Accademia. È stata poi presentata la nuova Accademica Francesca Arquint che ha ricevuto le insegne accademiche (foto 1 con il Segretario e la Delegata) e sono seguiti i saluti ai convenuti e la presentazione del menu (foto 2). Molto apprezzato l’antipasto, un cestino croccante di gamberetti di fondale ed anellini di cipolle, meritevole di un bis. A seguire Gazpacho con burattina ed acciughina del Cantabrico; gnocchetti di patate con frutti di mare ai fiori di zucca; su richiesta il Baccalà alla livornese piatto tipico della zona preparato rispettando i dettami della tradizione. A conclusione, semifreddo al pistacchio (tutti i piatti in foto 4). Una piacevole conviviale, per l’atmosfera e per l’accuratezza e la professionalità della preparazione dei piatti, che si è conclusa con la consegna ai proprietari, allo chef Andrea e all’aiuto cuoco Manjolo, di alcune pubblicazioni dell’Accademia (foto 3).

Delegazione Ascoli Piceno - riunione conviviale

22 Luglio 2022,

Anche per combattere la calura che in questi giorni imperversa su tutta la penisola, la Delegazione di Ascoli Piceno ha pensato bene di organizzare la seduta conviviale di luglio pressoché in riva al mare Adriatico di San Benedetto del Tronto, presso lo chalet “La lancette”. Il locale è abbastanza raffinato nel suo arredamento pur appropriato alla spiaggia prospicente. Viene gestito dalla figlia del fondatore Giorgio Papetti, Marilena, e dal marito Franco Neroni. Le vivande servite sono state preparate dalla signora Marilena e dallo chef Marco Pignati, secondo i precisi dettami della cucina locale, come il “pesto azzurro” che è una sorta di battuta al coltello di pesci azzurri, come lo sgombro e le alici, molto appetitoso e molto apprezzato da tutti i commensali (foto 1, un momento conviviale). Tra gli ospiti erano presenti alcuni Accademici provenienti da Delegazioni diverse, come l’Accademica di Teramo Silvana Di Giovanni Lamberti e l’Accademico Paolo Scarcella, proveniente, con la compagna Milena, dalla Delegazione di Messina. La serata è proseguita con vere e proprie lezioni inerenti alla pesca locale e alle varie ricette dei vari tipi di pesci dell’Adriatico con cui la signora Marilena (foto 2), con grande disponibilità, ha intrattenuto gli interessati partecipanti. In chiusura, un piacevole siparietto musicale che il marito Franco ha offerto cantando alcune romanze, con grande professionalità (foto 3). Il tutto con sincero apprezzamento dei partecipanti, per la frescura naturale e, soprattutto, per i ghiotti e prelibati piatti serviti. Foto 4. La consegna del guidoncino ai titolari da parte del Delegato Vittorio Ricci.

Delegazione Colonia - riunione conviviale

21 Luglio 2022,

Una serata ricca di gusto e cultura organizzata dalla Delegazione di Colonia presso il ristorante “Davide” di Davide Vicario (foto 1 Accademici a tavola). La riunione conviviale organizzata dal Simposiarca Natale Di Rubbo ha avuto come tema “La cultura e la gastronomia siciliana”. È stato ricordato come millenni di storia e di influenze culturali di vari popoli hanno cesellato una cultura culinaria unica al mondo unendo e armonizzando ingredienti molto diversi fra loro. Il cuoco, Salvatore Cipriano, originario di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), ha scelto per gli Accademici piatti tradizionali siciliani a base di pesce, molto gustosi, in abbinamento a maestosi vini bianchi. La cena è iniziata con una selezione di antipasti che includeva arancine, sarde a beccafico e parmigiana, accompagnati da un vivace Bianco di Nera. A seguire: spaghetti alla palermitana e busiate con pesto alla trapanese, annaffiati da un profumatissimo Terra della Baronia (foto 2); involtini di pesce spada e involtini di tonno con contorno di caponata, accompagnati da un fruttato Maria Constanza. Infine, come dolce, la regina della pasticceria siciliana: una meravigliosa cassata presentata direttamente dal cuoco (foto 3). Ogni piatto è stato preceduto da una descrizione delle sue origini, della preparazione e degli ingredient base. Una serata resa memorabile anche dall’accoglienza e cortesia del personale del ristorante che ha rappresentato appieno l’ospitalità tipica siciliana (foto 4. Il Delegato Vincenzo Pennetta consegna al titolare e allo staff la vetrofania AIC).

Legazione di Osaka e del Kansai - riunione conviviale

18 Luglio 2022,

La terza riunione conviviale della Legazione di Osaka e del Kansai si è tenuta al ristorante Casareccio di Amagasaki sullo stile del "giropizza". Il locale, gestito da italiani e molto vicino alla stazione di Mukonoso, serve pizza romana e piatti tradizionali della cucina romana. La cucina è molto sostanziosa e di buona qualità e il ristorante impiega numeroso personale italiano. Un posto da consigliare per un pasto "casual" ma di soddisfazione. Il servizio è abbondante e l'accoglienza calorosa. I 22 partecipanti hanno ascoltato dal Simposiarca Francesco Santi Formiconi la storia della pizza le sue principali caratteristiche organolettiche. Foto 1. Il Console Italiano ad Osaka Marco Prencipe (destra), il Legato di Osaka Francesco Santi Formiconi (sinistra) e l'Accademica Risa Komeda (centro). Foto 2. Accademici e ospiti. Foto 3. Insegna del locale. Foto 4. La pizza ortolana.

Delegazione Mugello - riunione conviviale

16 Luglio 2022,

Per la riunione conviviale dei saluti prima della pausa estiva la Delegazione ha scelto il ristorante I Diacci, a Palazzuolo sul Senio (FI), situato all’interno di un rifugio immerso nelle foreste intatte dell’Appenino tosco-romagnolo. Il Simposiarca Renzo Bartoloni ha curato nei particolari il menu (foto 1) e ha illustrato ai presenti come fino alla metà del secolo scorso, quando è avvenuto lo spopolamento delle montagne, al posto del bosco attuale vi fosse un grande podere ove venivano coltivati cereali e patate e si allevavano bovini e ovini. Gli Accademici, all’ombra di faggi e abeti (foto 2 un momento conviviale), hanno potuto apprezzare i piatti preparati con cura e passione da Nadia Begliomini e da Francesca Tagliaferri, espressione di una cucina locale semplice e casalinga. Il convivio si è concluso con la consegna del guidoncino alle cuoche e di alcune pubblicazioni al gestore (Foto 1 da sinistra: le cuoche Francesca Tagliaferri, Nadia Begliomini, la Delegata Monica Sforzini, il gestore Francesco Ricci e il Simposiarca Renzo Bartoloni). Dopo il pranzo sono stati visitati un antico mulino lungo il fiume Rovigo e un essiccatoio di marroni, per poi terminare con una breve sosta presso le incantevoli cascate dell’Abbraccio.

Delegazione Messina - riunione conviviale

14 Luglio 2022,

“Fish Tasting Caravello” è il giovane punto di ristorazione e degustazione annesso alla Pescheria Caravello di Milazzo, attiva da tre generazioni nel commercio del pesce del mare di Sicilia, visitato dalla Delegazione prima della pausa agostana. Gli Accademici sono stati accolti in tre tavoli elegantemente apparecchiati (foto 1) e il Delegato (foto 2) ha introdotto la riunione conviviale il cui menu è stato illustrato dal Simposiarca Tommaso Faranda (foto 3 con la rappresentante della proprietà Rita Maio). Il Simposiarca ha evidenziato la filosofia delle accurate preparazioni cucinarie basate su materie prime di eccellente qualità, fra cui spiccano il delicatissimo baccalà a vapore e il raro, antico e variopinto gelato. La consegna del piatto d’argento dell’Accademia alla eccellente squadra di sala e allo chef Carmelo Insana con i suoi collaboratori (foto 4) ha suggellato l’apprezzatissimo convivio, arricchito dal graditissimo piccolo omaggio floreale alle signore da parte di Rita.      

Delegazione Val d'Ossola - riunione conviviale

14 Luglio 2022,

A Toceno, nella valle Vigezzo, in pieno centro storico, dal 2020 si trova il ristorante “la Locanda”, in una casa del 1800 ristrutturata in tipico stile ossolano. Il giovanissimo chef Norman, aiutato in sala dalla fidanzata Elisabetta, propone nel menu diversi piatti della tradizione locale, adeguandoli ai tempi attuali, con semplicità e buon gusto. Per la riunione conviviale della Delegazione locale, lo chef ha proposto, come benvenuto, le immancabili bollicine con stuzzichini di salame e formaggio prodotti in valle, seguiti dall’antipasto tipico per eccellenza: prosciutto di Vigezzo con burrata e chips di pane nero di Coimo. Come primo piatto gnocchi di ricotta e spinaci, scaglie di parmigiano e burro e, a seguire, un piatto gustoso e delicato: aletta di vitello cotta a bassa temperatura con purea di sedano rapa e verdure di stagione. Per finire, una golosa cheesecake al pistacchio. La piccola sala completamente a disposizione degli Accademici ha permesso di trascorrere una riunione conviviale molto piacevole e in totale serenità. A fine serata Norman ed Elisabetta si sono intrattenuti con gli Accademici, raccontando di una sorprendente realtà locale fatta di giovani loro coetanei che hanno avviato diverse attività di coltivazione e allevamento con le quali collaborano, compresa la produzione del primo gin ossolano prodotto con ingredienti locali, offerto dai gestori, molto apprezzato e gradito. La serata si è protratta oltre la mezzanotte, con la convinzione che la disponibilità, l’entusiasmo e la positività dimostrati da questi giovani saranno la garanzia per il futuro della cucina Italiana. Foto 1. Il delegato Paolo Rossi consegna allo chef la rivista dell’Accademia e la vetrofania. Foto 2. La tavolata con Delegato e vice Delegato. Foto 3 e 4. Le portate.

Delegazione Valdarno Fiorentino - riunione conviviale

14 Luglio 2022,

Per la riunione conviviale di luglio, la Delegazione del Valdarno Fiorentino si è ritrovata al ristorante Podere San Giusto, all’interno di un agriturismo immerso nella splendida campagna di Figline e Incisa Valdarno. Lo chef del ristorante, Federico Nencini, insieme ai Simposiarchi Roberta Ceppatelli e Giovanni Gerini, ha preparato un menu della tradizione toscana molto apprezzato sia nella qualità sia nella presentazione. Dopo l’aperitivo, servito con un assortimento di bruschette, focacce, salumi e verdure in pastella, si sono susseguiti: spaghetti alla chitarra con zucchini, pancetta croccante, timo e mandorle tostate, rosticciana disossata ripiena con il suo filetto alle erbe aromatiche al forno, verdure dell’orto, pesca all’alchermes con gelato alla vaniglia (foto 3 e 4). L’utilizzo di vassoi e terrine preparati per due persone ha favorito la spettacolarità degli impiattamenti e la convivialità tra i commensali. Tutto il menu ha ottenuto una valutazione ottima (foto 1, il momento della compilazione delle schede) . Al termine della serata il Delegato Sandro Fusari, insieme ai Simposiarchi, ha voluto ringraziare la famiglia Nencini con alcuni volumi personalizzati dell’Accademia (foto 2). Dopo il suono della campana sono seguiti i tradizionali saluti e auguri per le imminenti vacanze estive.

Delegazione Carpi-Correggio - riunione conviviale

13 Luglio 2022,

Riunione conviviale suggestiva organizzata dalla Delegazione Carpi-Correggio presso il ristorante “La tigella dei Pico”, al piano terra della ricostruita torre del castello di Mirandola - che ha subito i danni del terremoto del 2012 - a testimonianza della capacità del territorio di rispondere alle avversità (foto 1). Il Simposiarca Marco Catellani ha presentato il convivio in modo impeccabile con il supporto della titolare Simona che ha ricevuto le insegne accademiche per l’ospitalità e per il menu estivo eccellente (la titolare e lo staff in foto 2 con il Delegato). Il pranzo ha preceduto la conferenza organizzata dall'associazione Terra e Identità e dal Comune di Mirandola in cui è intervenuta Elisabetta Barbolini Ferrari (foto 3), Direttrice del Centro Studi Emilia AIC e Accademica di Carpi-Correggio. La relatrice ha trattato il tema "Il banchetto medievale come strumento di potere”. All’evento erano presenti gli Accademici di Carpi-Correggio con il Delegato Pier Paolo Veroni e il Delegato di Bologna dei Bentivoglio Mauro Taddia.

Delegazione Tel Aviv - riunione conviviale

12 Luglio 2022,

Una piccola rappresentanza della Delegazione di Tel Aviv, formata dalla Delegata Cinzia Klein, dalla vice Delegata Sabrina Fadlun, dall'Accademica onoraria Laetizia Maraini (accompagnata dal marito S.E. l'Ambasciatore d'Italia Sergio Barbanti) e dall'Accademica Nessia Laniado, che ha proposto la visita, ha recensito il piccolo e particolarissimo ristorante boutique "Cucina Hess 4" della chef Tamar Cohen Zedeck (in foto 1 con la Delegata Klein). Il ristorante, una perla di eleganza e semplicità, si trova in una delle zone più caotiche e frequentate di Tel Aviv; la tranquillità del locale, in netto contrasto con l'atmosfera intensa della zona, arricchisce la visita grazie all'abilità della chef Tamar Cohen Zedeck. Tamara ha vissuto per molti anni in Italia, in Emilia Romagna, lavorando con i migliori cuochi della regione. La sua cucina è un misto prezioso di elementi della cucina classica italiana arricchiti da combinazioni artistiche, raffinate e gustosissime.

Delegazione Biella - riunione conviviale

8 Luglio 2022,

Annualmente la Delegazione di Biella si ritrova in un luogo informale, al fresco, per l'ultimo convivio prima della pausa estiva. Quest’anno ha scelto la nuova gestione della trattoria Rocchi sul sentiero della Bossola di Graglia, meta di camminate o pedalate in bicicletta. Scelta felice per la bontà e genuinità dei piatti. Il menu rispecchiava la tradizione locale del territorio e della stagione. Foto 1. La sala. Foto 2. Lo chef Mimmo Fazzari e la Delegata Marialuisa Bertotto. Foto 3. Formaggino di capra di benvenuto; zuppa gratinata di punte di ortiche. Foto 4. Rolatina di coniglio con cicorietta spadellata; pesche ripiene.

Delegazione Pescara - riunione conviviale e consegna Premi

8 Luglio 2022,

La Delegazione di Pescara si è riunita al ristorante “Marechiaro da Bruno” sul Lungomare di Pescara, fondato nel 1991 per iniziativa di ristoratori di origine napoletana e attualmente gestito da Bruno Micomonico, al quale è stato assegnato il Diploma di Buona Cucina (foto 1). Numerosi i premi elargiti nel corso della serata, per mano del Delegato Giuseppe Fioritoni e del Sindaco di Pescara Carlo Masci. Due i Premi “Massimo Alberini” assegnati per il 2022: il primo alla Gastronomia del Buongustaio di Maria Pia Bellante, che dal 1996 nel pieno centro di Pescara, propone una varietà di piatti preparati con ingredienti di prima qualità, per lo più a km zero (foto 2); L’altro a Verde Abruzzo s.r.l. in persona dell’amministratore Gianni Fragassi, azienda a gestione familiare che a Città Sant’Angelo coltiva, seleziona e lavora alcuni prodotti agricoli tradizionali, anche in regime biologico certificato (olive, pomodori, altri ortaggi e legumi). Punta di diamante della produzione è la passata di pomodoro a pera (foto 3). Il Premio “Giovanni Nuvoletti” 2022 è stato assegnato a Lorenzo Pace, Presidente dell’Unione Cuochi Abruzzesi per il quadriennio 2019-2022, docente esperto di enogastronomia abruzzese e co-fondatore dell’Ordine dei Cavalieri dei Maccheroni alla Chitarra (foto 4).

Delegazione Chieti - registrazione ricetta tipica e consegna Premi 2022

7 Luglio 2022,

Una serata di festa e di impegno accademico, quella del 7 luglio scorso presso il salone di rappresentanza della Prefettura di Chieti: la Delegazione di Chieti ha registrato con atto notarile un verbale finalizzato al deposito e alla registrazione della ricetta tipica delle "pallotte cace e ove" e ha consegnato i Premi dell'Accademia 2022. Tra le eccellenze gastronomiche del territorio teatino, le “Pallotte cace e ove”, delle polpette al sugo realizzate senza carne, ma solo con uova e formaggio, racchiudono in sé tutte le caratteristiche tipiche della gastronomia abruzzese, fatta di materiali semplici e poveri, per una cucina del riuso. Alla presenza del prefetto, Armando Forgione, e del Vice Presidente vicario dell’Accademia Italiana della Cucina, Mimmo D’Alessio, il Delegato Nicola D'Auria ha anche conferito i Premi per il 2022: il Premio “Dino Villani” è stato assegnato al salsicciotto casolano della Macelleria Travaglini Assunta di Casoli, il Premio “Massimo Alberini” a “Storico Gastronomia Andreina” di Chieti, nella persona del legale rappresentante Lorenzo Carosella e il “Diploma di Buona Cucina” al ristorante “Caldora Punta Vallevò” di Rocca San Giovanni, dei titolari Luca e Marco Caldora. In foto 1. Il Delegato D'Auria, il Vice Presidente vicario D'Alessio con la Consultrice della Delegazione Gabriella Orlando, che ha curato le ricerche storiche sulle pallotte cace e ove. Foto 2. Il Prefetto, dott. Armando Forgione, con i premiati 2022, D'Auria e D'Alessio. Foto 3. La Consulta della Delegazione con il Prefetto e il notaio Federica Verna.

Delegazione Cesena - riunione conviviale e consegna Premio "Dino Villani" (2022)

6 Luglio 2022,

Per la riunione conviviale di luglio, l’ultima prima della pausa estiva, la Delegazione cesenate si è ritrovata sulla terrazza panoramica del ristorante Maré, in prossimità del molo di Cesenatico. È stata l’occasione per consegnare il prestigioso Premio Villani all’azienda Ecopesce di Cesenatico per il prodotto “Cefalo dorato sott’olio”. Il Cefalo dorato dell’Adriatico è stato il protagonista principale della serata con la sua presenza sia negli snack di aperitivo, preparati in 4 diverse forme, sia nel brodetto di pesce, nella versione locale all’aceto, bruschetta e olio liscio. Il menu è stato completato da Roast beef di leccia, maionese alle acciughe, orto e soia; Pasta mista, salsa margherita, cozze e crostacei marinati al miso e infine da un rinfrescante sorbetto mediterraneo limoni, capperi e basilico. La serata ha risposto pienamente alle aspettative e si è conclusa con la consegna del guidoncino della Delegazione allo chef Omar Casali, che ha curato personalmente i piatti nella cucina contigua alla terrazza. Al suono della campana, non è mancato il tradizionale brindisi augurale fra gli Accademici per le ormai prossime vacanze. Foto 1. Il Delegato Claudio Cavani consegna il premio Villani a Mattia Acquaviva, Direttore generale di Ecopesce; Foto 2 e 3. Menu della conviviale e alcuni piatti serviti; Foto 4. Consegna del guidoncino a Omar Casali, chef del Ristorante Maré.

Delegazione Rovigo-Adria-Chioggia - riunione conviviale

5 Luglio 2022,

Immerso nel cuore delle valli del Delta del Po si trova questo tipico ristorante costruito a somiglianza degli antichi “casoni di valle” che costituivano uno degli elementi che caratterizzavano l’ambiente di questo territorio diviso tra acqua e terra (foto 1). La cena al ristorante “Oasi Val Pisani” a Porto Viro (RO) è stata preceduta da un’interessante relazione tenuta dal Simposiarca Giovanni Battista Scarpari sulla storia, sulle caratteristiche costruttive dei “casoni” e sulla vita delle popolazioni che li abitavano e, naturalmente, si è basata sui prodotti ittici del territorio cucinati nei modi tradizionali. L’esito è stato più che soddisfacente, con altissimi apprezzamenti per i bocconcini di cefalo fritti e per le cozze di Scardovari in brodetto (foto 2) ma anche per il tipico risotto di pesce del Delta (foto 3) e per la zuppa inglese di chiusura; meno riuscita la grigliata di pesce per la difformità nella cottura di alcuni elementi. Un commento finale comunque positivo, anche per la squisita accoglienza, con meritati applausi e la consegna di un libro dell’Accademia alla signora Catia Bellan che da meno di un anno ha in gestione questo caratteristico locale (foto 4. Il Delegato Giorgio Golfetti, la signora Catia Bellan e il Simposiarca Giovanni Battista Scarpari).                                     

Delegazione Cosenza - riunione conviviale

2 Luglio 2022,

Che si programmi un viaggio o che ci si appresti ad organizzare un periodo di vacanze dedicate al riposo, al divertimento e a qualche momento di amichevole e familiare leggerezza, l’estate continua a rappresentare la stagione più attesa dell’anno. Come sosteneva un anonimo, “D’estate: i capelli sono più leggeri. La pelle è più scura. L’acqua è più calda. Le bibite sono più fredde. La musica è più forte. Le notti si allungano. La vita migliora”. Con questo spirito gli Accademici della Delegazione di Cosenza hanno dato il benvenuto all’estate nello splendido scenario offerto dal ristorante il Clubbino di san Nicola Arcella con vista sull’isola di Dino e sul golfo di Policastro (foto 1). Cucina di territorio con valorizzazione del pesce azzurro (foto 2) e delle verdure di stagione, per concludere con il digestivo al cedro realizzato dallo chef secondo una vecchia ricetta di famiglia. Il tutto ben narrato dal Simposiarca Giovanni Molinaro che ha curato la serata nei minimi dettagli (foto 3). L’occasione è risultata propizia per consegnare l'attestato di appartenenza all'Accademico a Luigi Santaniello insieme ai vice Delegati Gentile e Vivona e al Segretario-Tesoriere Rogano (foto 4).

Delegazione Milano Navigli – evento conviviale

30 Giugno 2022,

La Delegazione Milano Navigli, dopo una ricerca avviata in primavera sugli agriturismi del territorio con caratteristiche e storie diverse, è approdata alla cascina Forestina a Cisliano, sita nel Basso Milanese in un’area protetta del Parco Sud, alle soglie della valle del Ticino. La cascina è stata scelta tra le dieci “eccellenze rurali” del territorio nazionale riconosciute dal Ministero delle Politiche Agricole. Un evento conviviale improntato sulla cucina bucolica, plasmato fra profumi e sapori accompagnati dalle parole di Niccolò Reverdini, scrittore e patron, nonché pronipote dello scapigliato Carlo Dossi che tanto amava queste terre. Leggendo Virgilio ed Hermann Hesse si è scoperto un percorso e un racconto della biodiversità, dal Bosco millenario di Riazzolo agli allevamenti all’aperto di razze autoctone e all’orto biologico estivo, fino alla tavola che ha trasformato una materia prima a km zero in piatti di tradizione rurale milanese. L’uovo lavorato con le foglie di amaranto, le zucchine in carpione e la tagliata di bovino varzese sono stati fra i più apprezzati. Insieme alla sorpresa della mostra di Federica Galli, che ritrae l’area, la cui acquaforte Quercia colpita dal fulmine radicante lungo il sentiero virgiliano del Bosco di Riazzolo è stata ripresa nella copertina del menu (con la cortese concessione della Fondazione).

Delegazione Potenza – riunione conviviale e consegna attestato di appartenenza

30 Giugno 2022,

Il menu della memoria. Questo il titolo della proposta messa in tavola per la Delegazione potentina dalla famiglia Guarini-Allegretti, proprietari e gestori della Foresteria di San Leo a Trivigno (PZ). Antico eremo benedettino del 1300, comprendente i resti dell'Abazia di San Leone e oltre centocinquanta ettari di terreno coltivati di proprietà dalla famiglia Guarini da circa un secolo, la Foresteria diventa una struttura ricettiva apprezzata dai turisti in cerca di tranquillità circa vent’anni fa, quando Peppino Guarini e sua moglie Maria Giovanna, scelgono di “condividere i silenzi, i colori e i profumi di questo pezzetto di storia”, affacciato sulle suggestive Dolomiti lucane. Il ristorante è riservato agli ospiti della Foresteria, ma si apre all'esterno per piccoli numeri. Sotto la direzione attenta di Maria Giovanna, instancabile ricercatrice di ricette e sapori della tradizione, arrivano nel menu l'uovo alla purgatoria, la minestra di cicerchie, i ravioli con ricotta e noci, i bocconcini di maiale con peperoni in agrodolce, i dolci delle occasioni speciali. Il tutto, dalla carne ai formaggi, prodotto nell'azienda annessa, alla cui gestione si è aggiunta oggi la figlia Andreana. Ingredienti di una conviviale molto partecipata e allegra, durante la quale è stato consegnato il diploma di appartenenza venticinquennale all'Accademico Donato Mancino.

Legazione Tokyo - riunione conviviale

30 Giugno 2022,

Un’altra serata di successo per la Legazione di Tokyo che si è ritrovata per l’ultimo convivio prima della pausa estiva. In una Tokyo stretta nella morsa del caldo, gli Accademici hanno trascorso una serata fresca nei contenuti e nell’atmosfera. Una trentina di partecipanti si sono riuniti presso la trattoria Mari e Monti che ha proposto un menu molto apprezzato. I piatti sono risultati più sorprendenti e gustosi al palato che all’occhio. Lo chef Mitsunobu Suzuki ha gestito egregiamente la cena con un servizio regolare. Si è parlato di come la cucina italiana abbia una grande abbondanza di ricette di piatti salutari e al contempo gustosi, un esempio su tutti le caserecce al pesto di sedano proposte durante la cena, dove il sedano, noto nelle diete e spesso proposto in tristi insalate, ha dato al piatto un gusto intenso e sapido. Nell’occasione è stata ripercorsa la storia di questa pianta in cucina e farmacopea: dalla sacralità ad essa attribuita dai greci, all'utilizzo nei banchetti degli antichi romani per contrastare l'ebrezza alcolica, alle proprietà afrodisiache ad essa riconosciute da Madame Pompadour nella Francia del 700, fino ai tempi moderni. La ricetta della pasta al pesto di sedano stampata sul menu è stata “regalata” ai commensali come vademecum per le preparazioni estive. La riunione conviviale è stata l'occasione per salutare l'Accademica Daniela Ortali Zoli che si trasferisce in Italia dove ci auguriamo possa continuare la sua partecipazione accademica.

Delegazione Mugello - riunione conviviale

29 Giugno 2022,

La Delegazione si è ritrovata per la riunione conviviale di giugno negli eleganti ambienti di Villa Aurora, a Borgo San Lorenzo (FI), dove Pierluigi Tagliaferri con la sua famiglia ha accolto gli Accademici con grande entusiasmo (foto 1 l’aperitivo all’aperto). Riuniti intorno ad un raffinato tavolo imperiale (foto 2) gli Accademici, i coniugi e gli ospiti hanno potuto apprezzare alcuni piatti della tradizione realizzati con una attenta selezione della materia prima e con grande cura, come la pasta rigorosamente fatta in casa. Il menu proposto ha offerto lo spunto per riflettere sulla storia di alcuni piatti, sulle eccellenze del territorio, sull’arte del riuso e infine anche sulle mode in cucina (foto 3). Una serata assai piacevole, organizzata nei minimi particolari dal Simposiarca Desiderio Naldoni, durante la quale è stato fatto il punto sulla programmazione dell’attività accademica dei prossimi mesi. Il convivio si è concluso con la consegna al patron del guidoncino e di alcune pubblicazioni accademiche (foto 4, la brigata di cucina e di sala con a sinistra Pierluigi Tagliaferri, la Delegata Monica Sforzini e il Simposiarca Desiderio Naldoni).

Delegazione Cortina d’Ampezzo - riunione conviviale

28 Giugno 2022,

L’estate della Delegazione di Cortina d’Ampezzo è iniziata martedì 28 giugno, presso il ristorante Col Druscié 1778, con tema un “Viaggio su Marte, passando per il Polo Sud”.  Prima del convivio si è svolto un interessante dialogo con Giovanni Caprara, presidente UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici) ed editorialista scientifico del Corriere della Sera, Enzo Vitale coordinatore del gruppo Astronomia e astrofisica dell’UGIS e Giulia Iafrate, ricercatrice INAF-Osservatorio Astronomico di Trieste e presidente Associazione Astronomica di Cortina d’Ampezzo, in collegamento diretto con Massimiliano Catricalà, station leader della base italo-francese Concordia in Antartide e altri ricercatori. Tra le altre cose si è parlato dell’approvvigionamento e dell’alimentazione dei ricercatori in queste condizioni di vita decisamente estreme, che rappresentano inoltre una sorta di allenamento per un viaggio su Marte che non appare più così lontano e improbabile. La serata, studiata dalla Simposiarca Chiara Caliceti con Paola Franco, è proseguita con l’aperitivo in terrazza e poi la meravigliosa cena all’interno del ristorante, introdotta dalla Delegata Monica De Mattia che ha sottolineato il connubio tra cibo e spazio, che pone molteplici tematiche di pensiero. Foto 1. Collegamento in diretta con i ricercatori della base italo-francese Concordia, in Antartide. Foto 2. La Delegata Monica De Mattia con il Vice Delegato Diego Dipol, Luca e Silvia Sudiro titolari del ristorante e i cuochi Luca Ursella e Simone Michelon. Foto 3. Un momento della Conviviale. Foto 4. Risotto ai funghi porcini con salsa al prezzemolo e puccia croccante.

Delegazione Tel Aviv - riunione conviviale

27 Giugno 2022,

La Delegazione di Tel Aviv, dopo una pausa dovuta di nuovo alla situazione sanitaria, si è riunita per il convivio al ristorante Rustico Basel di Tel Aviv di recente rinnovato. Una serata piacevolissima, organizzata per i saluti prima delle vacanze estive, in cui l'Accademica Nessia Laniado ha parlato dell'importanza della pizza per la cucina italiana e ha presentato il suo libro sull'argomento, mentre la giornalista Fiammetta Martegani e il fotografo Mario Troiani hanno presentato due libri su Tel Aviv pubblicati di recente (in ordine in foto 1). Alla serata, divertente e movimentata, hanno partecipato vari personaggi della cultura israeliana e diplomatici (in foto 2 la Delegata Cinzia Klein con il primo segretario dell'Ambasciata d'Italia dott.ssa Sarah Castellani). L’ottimo menu è stato preparato dallo chef Gabi (foto 3, 4 piatti). Un vero successo culinario e culturale.

Coordinamento Territoriale Abruzzo - Forum regionale

25 Giugno 2022,

“L’Accademia e il suo futuro”: questo il titolo del "Forum regionale delle Consulte d'Abruzzo" che si è svolto sabato 25 giugno presso l’Hotel Villa Maria di Francavilla al Mare (CH), con la partecipazione di tutti i consultori delle nove delegazioni abruzzese alla presenza del Presidente Paolo Petroni e del Segretario Generale Roberto Ariani. Riuniti dal Coordinatore Territoriale, Nicola D’Auria, gli oltre 70 partecipanti hanno riflettuto su temi di importante attualità alla luce delle novità introdotte nello Statuto e nel Regolamento dell’Accademia: con la supervisione del presidente Paolo Petroni, si sono avvicendati sul podio dei relatori il Vice Presidente vicario, Mimmo D’Alessio, che ha proposto una riflessione su “Cultura accademica e conviviali”, il Segretario Generale Roberto Ariani, che ha illustrato le novità statutarie in tema di consulta accademica, e l'Accademico di Pescara Aternum Leonardo Seghetti, membro del Centro Studi “Franco Marenghi”, che ha disquisito sul tema “Gusto, sensi e valutazione accademica”. Al termine delle relazioni, il Direttore del Centro Studi Territoriale, Maurizio Adezio, ha intervistato Peppino Tinari, chef del ristorante “Villa Maiella” di Guardiagrele, che ha tratteggiato le sfide dei ristoratori in questo tempo di post-pandemia. Foto 1. Il Presidente Paolo Petroni, il Vice Presidente vicario Mimmo D'Alessio, il Segretario Generale Roberto Ariani con i nove delegati d'Abruzzo. Foto 2. Il tavolo dei relatori: da destra Roberto Ariani, Nicola D'Auria, Paolo Petroni, Mimmo D'Alessio, Leonardo Seghetti. Foto 3. L'intervento del Presidente Petroni. Foto 4. Il Coordinatore Terrritoriale D'Auria e il Vice Presidente vicario D'Alessio consegnano il guidoncino dell'Accademia alla brigata di cucina.

Delegazione Fermo - riunione conviviale

24 Giugno 2022,

Splendida riunione conviviale quella predisposta dalla Simposiarca Mariella Meconi nello scenografico parco delle querce di Villa Lattanzi, incastonata nella falesia che domina il mare Adriatico e sovrastata da uno dei Borghi più belli d’Italia quale Torre di Palme. Accademici e ospiti si sono ritrovati per godere insieme del tramonto ma anche di delizie gastronomiche e culturali che hanno impreziosito l’evento. Molti gli spunti nella dotta relazione della Simposiarca: il solstizio, la notte di san Giovanni e i rituali della tradizione quali l’acqua del Santo, la raccolta di fiori ed erbe spontanee e delle noci acerbe (per l’occasione a comporre deliziosi centro tavola) e le ricette dell’olio di iperico e del Nocino. Tuttavia il volersi ritrovare prima del tramonto a godere di ambiente e panorami ha ispirato l’Accademica ad organizzare un’apericena, uno dei riti delle nuove generazioni apprezzato, perché no, anche dalle altre. Piatti identitari del territorio ma serviti in apposito buffet come finger food a partire dai pani, formaggi e salumi e poi a seguire olive ripiene, cremini e fiori di zucca fritti e al cartoccio, frascarelli al ciabuscolo, e tanto altro ancora sino a sua maestà i vincisgrassi serviti però a tavola in generosi ”scacchi” come poi i dolci. Il tutto è stato doviziosamente accompagnato da cocktail e dalla selezione dei vini dell’Officina del Sole. Le splendide note del violino di Valentino Alessandrini, l’attenta ospitalità e la piacevolissima brezza marina hanno deliziato i convenuti trattenendoli sino alle ore piccole tanto il gradimento per questa memorabile serata meritevole di un bis.

Delegazione Rovereto e Garda Trentino - riunione conviviale

23 Giugno 2022,

Riunione conviviale estiva della Delegazione di Rovereto e del Garda Trentino (foto 1 Accademici e ospiti) splendidamente organizzata dalla Simposiarca Francesca Manfrini presso il ristorante “La Casina” a Drena (TN). Presenti il Sindaco del Comune di Drena Giovanna Chiarani e il Sindaco del Comune di Dro Claudio Mimiola (nella foto 2, da sinistra, il Giacomo Malfer, l’avv. Silvia de’Lutti, il Sindaco di Drena, il Delegato, il Sindaco di Dro e la Simposiarca Manfrini). Dopo la degustazione all’esterno di un piacevole Trento Doc Brut Millesimato 2017 (foto 3), gli Accademici hanno molto apprezzato il menu scelto per l’occasione (in foto 4 una selezione dei piatti: zucchina farcita con speck e formaggio Fontal; pappardelle alla clorofilla con ragù di vitello e asparagi). Molto dotte e interessanti le relazioni che si sono susseguite durante la cena: Francesca Manfrini ha presentato la storia del Castelletto di Drena e Silvia de’Lutti e Giacomo Malfer hanno commentato i vini proposti in abbinamento alle portate.